domenica 3 maggio 2015

BAETIS N.H - Step by step di Loris Zecchinello

Nome della mosca/Flies Name : 
Baetis no hackles
Amo/hook:
tmc 103BL #16-18
Filo m./Thread:
 veevus 16/0 olive
Code-Cerci/Tail:
Gallo grizzly - grizzly cock fiber
Torace/torax:
ice dubbing oliva/marrone - Olive/brown ice dubbing
Corpo/body:
quill di tacchino oliva - Olive turkey quill
Ali/wings:
cdc naturale scuro - Natural Dark dun cdc
Sacca Alare/Bugs wing:
cdc
Testa/head:
filo di montaggio - tie thread

Costruttore/Flytyer  Zecchinello Loris
Club o associazione IFTA
Altro (Mail) loris.74fly@libero.it


E' un ottima imitazione da usare durante la schiusa di piccole effimere o baetis in risorgiva. Le ali in cdc e la coda in fibre di gallo sono sufficienti a sostenere l'imitazione che stazionerà nel film superficiale.L'imitazione rappresenta lo stadio di subimmagine che viene normalmente predato in fase di schiusa.
Cambiando il colore dei materiali è possibile imitare diverse famiglie di baetidi e effimere.

Zecchinello Loris




Preso un amo da secca standard tipo Tmc 103 bl #16-18 si fissano alcune fibre prese da una piuma di gallo grizzly.










In prossimità di dove abbiamo bloccato le code si fissa un quill di tacchino oliva facendo attenzione che il bordo "peloso" rimanga verso la curva dell'amo. Così facendo quando lo avvolgeremo marcherà una sorta di rigaggio.








Avvolgiamo il quill di tacchino a formare il corpo e tagliamo l'eccedenza.











Presa una piuma di cdc naturale la montiamo con la parte concava verso l'alto e il calamo verso l'occhiello e la tiriamo indietro verso la curva dell'amo ragguppando le fibre che formeranno le ali. (metodo Agostino Roncallo)








Bloccata la piuma di cdc prepariamo un cordoncino di ice dubbing in questo caso colore oliva/marrone.










Avvolgiamo il cordoncido di dubbing dietro e davanti il ciuffo di fibre di cdc formando il torace.










Ribaltiamo l'eccedenza della piuma di cdc in avanti formando il sacco alare che avrà la funzione di contenere il torace e dividere il ciuffo a metà formando le ali.









Con il filo di montaggio andiamo a creare la testa con l'ausilio dell'annodatore classico e dimensioniamo le ali strappando le fibre con le unghie.









La baetis no hackles è pronta... buon divertimento!!
























Ti piace questo post?



Nessun commento: